Torino e Democrazia (…)

giorgio-almirante-2_zoom On. Giorgio Almirante, nato a Salsomaggiore Terme il 27 giugno 1914, Fu il più importante esponente del Movimento Sociale Italiano, partito politico di destra, da lui fondato nel 1946.

Indubbiamente ed indipendentemente dal credo politico di chi legge questo post, bisogna riconoscere che, come Berlinguer, è stato un uomo molto attivo in campo politico.

Tramite un social network molto diffuso, Facebook, ero stato invitato ad iscrivermi ad un gruppo qualche tempo fa; l’intenzione era appunto quella di dedicare un sito a Giorgio Almirante a Torino. Subito il gruppo prese piede, le iscrizioni aumentarono, e così si arrivò al punto di tirar le somme.

Raffaele Corapi, fondatore del gruppo, in prima linea, seguito da chi come me è attivo all’interno del gruppo ” A TORINO VOGLIAMO UNA STRADA PER GIORGIO ALMIRANTE!Partecipate attivamente” continua a divulgare notizie e diffondere l’idea ad amici.

Con molta correttezza e responsabilità, Raffaele  inoltra al gruppo “la cronostoria” di cosa accadde in risposta alla richiesta fatta;

“La settimana scorsa ho inviato al Sindaco Chiamparino la lettera preliminare per avviare la richiesta di intitolazione di una stada per Almirante in modo da aver pronta la situazione dopo l’8 giugno.
Il Segretario particolare del Sindaco,persona retta e corretta che conosco da quasi trent’anni,mi assicurava che la pratica sarebbe stata avviata tempestivamente.Infatti in appena tra giorni,l’aveva sottoposta a Chiamparino il quale aveva apposto il suo visto e passato la mia richiesta per competenza procedurale alla Commissione comunale toponomastica presieduta da Giuseppe Castronovo,invitandolo a convocarmi per una audizione.
Il giorno 13 alle ore 10 la segreteria del Sindaco mi inviava via e-mail la copia per conoscenza.
Fin quì mi pareva di assitere a un miracolo di efficienza.
Alla sera verso le 19,30 ricevevo sul mio cellulare un messaggio da parte dell’On.Ghiglia il quale mi informava che la sua proposta per l’intitolazione di un sito a Giorgio Almirante era stata respinta dalla commissione.
Rispondevo a Ghiglia che nulla era precluso,poichè io avevo inoltrato un’altra proposta analoga a nome di questo gruppo,quindi avrebbero dovuto ripendere l’iter procedurale d’accapo.
Purtroppo non era così,Ghiglia mi spiegava che nella stessa giornata era stato convocato con urgenza dalla commissione Toponomastica e accorpando la richiesta di Ghiglia e la mia,le vaveva respinte entrambe.”

  • perchè convocare con urgenza una commissione per esaminare una proposta(quella dell’On.Ghiglia) giacente da oltre un anno,accorpandola a quella di Raffaele che era sul suo tavolo da non più di due ore?
  • E perchè ha disatteso l’invito del Sindaco,ma anche un compito istituzionale,di ascoltare personalmente i cittadini che avanzano una istanza a nome di una molteplicità di soggetti?
  • Come può un presidente di commissione eletto con meno di 300 preferenze alle scorse elezioni comunali respingere la richiesta di un Deputato della Repubblica,rappresentante del maggior partito italiano e quella di centinaia,migliaia di cittadini?

Credo si tratti di una mossa di scarsissimo  valore(…)

MA…. DEMOCRAZIA, PLEASE!!?

Chi volesse interagire con noi, si iscriva pure al gruppo nominato precedentemente. Per chi volesse scrivere mail “di protesta” può scrivere ai seguenti indirizzi:

-il Sindaco: urc@comune.torino.it

-il presidente del consiglio comunale: presidente.consigliocomunale@comune.torino.it

-rifondazione comunista: rifondazionecomunista@comune.torino.it


Annunci