In pista per ricordarTi

Il 18 aprile 2010 un gruppo di amici si sono sfidati a ritmo di Rueda in ricordo ad Erika. Le prove iniziano e l’atmosfera è davvero fantastica: luci, colori, gruppi di ragazzi che danzano con sorriso smagliante. Una realtà per me del tutto nuova; in più il “compito” di essere presentatore di una gara di ballo NON qualunque, ma quella in ricordo di mia cugina.

Si ripassa il copione e nel frattempo la sala da ballo si riempe sempre più.
Si parte.

11 le Ruede che si sfidano a colpi di coreografie e basi mozzafiato. Presentati i vari gruppi ed i giudici … le ruede si scatenano.
L’aiuto di Dax e Mauro Scala durante la serata ha mascherato un po’ l’emozione, anche se a fine serata non ho più retto.
E’ l’ora della premiazione: già in anticipo si era scelto di dar primi posti a tutti i partecipanti: “siamo tutti vincitori davanti al ricordo del mio piccolo angelo.” Questo è il mio punto di vista.
Bene, vengono consegnate le coppe a tutte le ruede, le targhe alle scuole di ballo che hanno partecipato e… una targa a sorpresa a me per l’aver contribuito alla serata (vedi foto).
Come tutti i trofei che si rispettino, c’è sempre e comunque un vincitore: la vincitrice non può che essere la Zia, la quale ha voluto esprimere la sua gratitudine verso tutti (organizzatori, partecipanti e pubblico).
Anticipare il premio della zia al microfono, consegnarlo, ricevere gli applausi, aver conosciuto persone di cuore, ricevere la targhetta mi ha lasciato davvero senza parole.
Il pensiero e la voglia di averti qui tra noi ha fatto si che sembrava fossi li anche tu a danzare angioletto.

Una cosa è comunque certa: Erika sarà orgogliosa di tutti voi.

Annunci