Il “Cuore di San Grato”

Per gli Eporediesi come me, che amano il Carnevale ed ogni attività associata ad essa, lo spirito e l’entusiasmo di partecipazione è presente 365 giorni l’anno.
Con la nascita di un gruppo su Facebook, appunto chiamato “ CUORE DI SAN GRATO “, si ha la chiara intenzione di approfondire le conoscenze di ogni singolo Eporediese e, perché no, diffondere attraverso il web, strumento gratuito ed accessibile a tutti, le tradizioni del nostro Carnevale, della nostra storia e del potenziale che si può utilizzare per dar maggior importanza a questa culla medievale piemontese.

Di cosa si tratta? vuole essere un rilevante riconoscimento e insieme segno di stima annuale offerto dalla “Associazione Aranceri della Morte” a una persona, gruppo o iniziativa spontanea proveniente dal quartiere di San Grato – Parrocchia del Sacro Cuore, che si sia particolarmente distinto e impegnato nell’ambito della valorizzazione e promozione dello Storico Carnevale di Ivrea, nelle sue “cotidiane incombenze et carnacialesche cose”.

Il riconoscimento dell’Ordine degli “Oditori et Intendenti delle Milizie et Genti da Guerra del Canavese”, assegnato nell’anno 2003 alla Squadra della Morte, è stato lo stimolo grazie al quale è nata in seno al gruppo di aranceri e dei suoi simpatizzanti, una lunga e appassionata riflessione.

Perché? Questa valutazione ha avuto come suo naturale sfogo la volontà di ricordare una volta ancora un concetto basilare del nostro Storico Carnevale: mantenere viva la tradizione e non dimenticare le ragioni delle gesta carnascialesche, da noi tanto solennemente e liturgicamente riconosciute, anche grazie a momenti di segno di stima formali come vuol essere “Il Cuore di San Grato”, frutto di un’individuazione sentita da chi vuole esprimere gratitudine e approvazione, amicizia ed elogio,speranza ed incoraggiamento.

Abbiamo ritenuto opportuno chiedere, per realizzare questa iniziativa, che non vuole certo restare sporadica ma consolidarsi nel corso degli anni, il sostegno di un Comitato,vicino ma non sovrapponibile al Consiglio Direttivo dell’Ordine degli Intendenti et Oditori, che ha accettato di offrirci il più valido e riconosciuto degli appoggi, valutando le motivazioni della candidatura e presenziando, in qualità di “Probi Viri” dello Storico Carnevale di Ivrea, alla Cerimonia.
Abbiamo chiesto a questo Comitato di tutela e insieme di valorizzazione, come solo Esso,a nostro giudizio, potrà essere in grado di fare, di valutare il nostro operato, sottoponendo un giudizio vincolante sulla candidatura che andremmo annualmente a proporre nel mese di gennaio, nella settimana successiva alla prima uscita dei nostri amati Pifferi e Tamburi.

Ribadendo la specificità della candidatura sull’appartenenza al quartiere di San Grato,e sul suo distinguersi in modo significativo e particolare, chiediamo che ci sia concesso di garantire quella continuità popolare, linfa e origine stessa dello Storico Carnevale di Ivrea, anche attraverso quest’iniziativa, non più esclusiva discendenza di una squadra unicamente di aranceri, ma di un gruppo, da adesso in poi, storico ed insignito, ora pronto ad assumersi la responsabilità, ma anche l’onore, di offrire, salvaguardato dalla qualità delle persone del Comitato di Tutela e Valorizzazione, un riconoscimento del popolo e dal popolo a un suo fratello o sorella di Rione.

I “Supremi Insigni” sono stati:
ANNO INSIGNITO
2004 Avv. Pio Coda
2005 Sergio Pocchiola
2006 Dario Sardino
2007 Nella Enrico
2008 Sandro Stocco
2009 Guido Alciati
2010 Fagiolata di Bellavista

Colgo l’occasione per ringraziare Roberto Rosas, caro amico che mi sta facendo conoscere e approfondire una realtà davvero unica.
Vuoi essere membro del gruppo? Clicca qui.

Annunci