Primo Maresciallo Mauro Gligli, Caporal Maggiore Pierdavide De Cillis: il ricordo è vivo

Il C-30 proveniente da Herat con a bordo le salme dei due fratelli coperti dal tricolore è giunto a Roma stamani. A rendere omaggio ci saranno le alte cariche.

La notizia di ieri ha lasciato di sasso ancora una volta tutti noi fratelli nati sotto la stessa bandiera.

Il primo Maresciallo Mauro Gigli, artificiere veterano delle missioni all’estero ed il Caporal Maggiore Pierdavide De Cillis ci hanno lasciati per salvare la vita agli altri militari italiani prima di saltare in aria su un ordigno.
In particolare il M.llo Gigli, accortosi della presenza di un secondo ordigno, sceglie di far allontanare gli altri commilitoni presenti.

Il Capitano Federica Lucani si è salvata grazie al M.llo Giglio, il quale usò il suo corpo come scudo.
Questo gesto, indiscutibilmente eroico, ha in un certo senso “limitato” le conseguenze, che potevano esser molto più gravi.
La forza e la voglia di rendere non un miraggio l’obiettivo del Capitano Lucani, fa si che spinge la stessa a dichiarare la sua chiara intenzione di rimanere sul posto.

Con questo post, voglio umilmente unirmi al dolore delle famiglie.

Davanti la morte velato di mistero Invano ci chiediamo “Perchè” Una voce ci dice:
Spera e di un arrivederci conserva la fede.


Annunci