Marco Diana, Asl e “certificati smarriti”: grazie ANSA

Già il 14 ottobre avevo provveduto nell’informarvi sulle ultime news riguardo Marco Diana e la vicenda con l’Asl di Carbonia-Iglesias. Grazie all’attenzione dell’ANSA ed alla tempestività con la quale si continua a diffondere il caso del Maresciallo, “tre funzionari dell’Asl, accorsi a casa Diana insieme al medico curante di Marco Diana, hanno acquisito il certificato “precedentemente smarrito” e le prescrizioni realtive alla terapia sperimentale che l’Istituto Europeo dei Tumori ha suggerito per fronteggiare la malattia e firmato il documento che consente l’erogazione di medicinali ed integratori”. Questo è quanto dichiara l’ANSA il 15 ottobre; Insomma, i  problemi burocratici sono stati risolti in seguito ai numerosi appelli e messaggi di aiuto da parte di Marco Diana, dove dichiarava “”Asl non mi passa piu’ salva vita, moriro’ in 15 giorni”, ma soprattutto grazie all’immediata presa in carico di questo caso da parte dell’ANSA.

Un ringraziamento particolare all’ANSA dunque è di dovere, in quanto senza il suo concreto aiuto Marco ed i suoi cari sarebbero in una situazione a dir poco triste e cupa.

Christian Fiore

Annunci