L’europarlamentare nullatenente (?)

Stamani, sbirciando qua e la sul web, ed in maniera particolare sul sito del Parlamento Europeo, non volevo credere a quanto i miei occhi stavano vedendo, ma poi mi sono dovuto (amaramente) ricredere.
Seguendo l’albero del sito (così chiamato in gergo informatico)sono finito nell’apposito spazio dedicato a “i vostri deputati”e, cliccando sulla voce “elenco”, si può visionare il numero di deputati appartenenti alla stessa nazione in funzione al nome del partito di cui fanno parte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scendendo poi nel dettaglio, cliccando sul simbolo di un partito, si potrà vedere i singoli componenti dello stesso e, di conseguenza, cliccando sul nome di uno di questi, si potranno vedere molti dettagli (oltre che alle credenziali del deputato).

 

 

 

 

 

 

 

 

Incuriosito da alcuni nomi dei componenti de “Partito Popolare Europeo (Democratico Cristiano)”, scendo nei dettagli, selezionando il nome dell’Europarlamentare italiano Magdi Cristiano ALLAM.
Come per tutti i deputati presenti al Parlamento e dunque sul database del sito dello stesso, si leggono i dati personali.
Nel caso del deputato in questione, che rappresenta l’Italia in Europa, possiamo notare l’appartenenza al partito “io amo l’Italia”, oltre che ai suoi dati anagrafici ed la mail con la quale ci si può mettere in contatto ed il sito personale.
Di seguito si può leggere quello che possiamo chiamare come sorta di “CV politico” e le ultime attività svolte in Parlamento Europeo (interrogazioni, dichiarazioni ecc).
Ci siamo? Ottimo.
Arrivati a questo punto, possiamo notare la presenza di un link denominato così: Dichiarazione di interessi finanziari.
L’allegato, che dovrebbe mostrare le varie attività professionali svolte, le funzioni o attività retribuite, e gli eventuali sostegni ottenuti in attività politiche (personale, denaro e materiale), è vuoto!

Non ci credete? Provare per credere; clicca qui e potrete leggere la dichiarazione in formato pdf.
Al fondo di questa “dichiarazione”, solamente intestata a nome dello stesso deputato e firmata in data 24 giugno 2009, si legge una chiara frase messa in evidenza, considerato l’uso del grassetto: le indicazioni contenute nella presente dichiarazione vengono rilasciate sotto l’esclusiva responsabilità personale del deputato e devono essere aggiornate ogni anno.

 

L’egregio deputato rilascia una dichiarazione praticamente vuota?!
(…)
Si “avvale della facoltà di non rispondere”?
(…)
Si può dichiarare un nullatenente?!
(…)
Si nega la possibilità ad un cittadino di vedere quali sono gli interessi finanziari di un deputato (eletto dal popolo) e la trasparenza della stessa dichiarazione??!
(…)

 

Sveglia gente.

Annunci