Truffa aggravata ai danni dello Stato: sotto inchiesta due “Top” manager italiani

 

 

Ve lo ricordate?

 

Si chiama Luca Luciani. Come fare a non ricordarlo?

Fu quel manager famoso di Telecom, che”riscrisse” la Storia, dichiarando e ribadendo più volte con fierezza e convinzione che Napoleo(T)ne fece il suo capolavoro a Waterloo, quando anche i bambini delle elementari sanno che Waterloo fu la sconfitta che sancì la sua fine.

 

Ecco il video che ha invaso youtube:

 

Da notare il finale “Napoletone” e la totale assenza di Congiuntivi, che ne fanno un gran bell’ ignorantone (oltre che il linguaggio da scaricatore di porto e l’ atteggiamento da fenomeno, che verrebbe voglia di andargli vicino e dirgli: “Ah Luciani, nun fa er fenomeno, e torna a studiare l’ Italiano e la Storia, chè è meglio”).

Ad ora, Il direttore generale “in pectore” e l’ex amministratore delegato sono iscritti nel registro dell’inchiesta coordinata dal pm milanese Alfredo Robledo.

Responsabili, per i ruoli occupati, del giro di sim intestate a identità fittizie e ricaricate con pochi centesimi per aumentare la quota di mercato della compagnia e garantirne la leadership
Le ipotesi di reato?

  • false comunicazioni
  • ostacolo all’autorità di vigilanza
  • truffa aggravata ai danni dello Stato.

 

Le stesse accuse sono contestate a Riccardo Ruggiero, ex amministratore delegato di Telecom.
Se questi qui sono i top manager italiani, direi che per il futuro non ci sono grandi speranze…

 

Clicca qui per visualizzare l’intero articolo de “La Repubblica”.