Quando l’inciviltà non ha limiti…(petizione firme)

furti-auto

“Il derubato che ride, ruba qualcosa al ladro; e se stesso deruba colui che spende un dolore inutile”.
La celebre frase di William Shakespeare in “Otello”, inizia a star un po’ “stretta” al sottoscritto …e non solo.
Negli ultimi giorni infatti si sono registrati molti furti o tentati furti di auto nelle zone del Canavese, talvolta in parcheggi ove (almeno in quei momenti) ognuno di noi cerca un attimo di pace, un attimo da dedicare a chi non vedi più.

 ” Siamo arrivati al punto in cui vai a trovare dove mai vorresti i tuoi cari, al cimitero, il tempo di donare un fiore e lasciarti nel tuo io, esci… e ti trovi una porta della macchina sforzata, nottolino ko. Cosa ne deduco? Tolti i 400 Euro che mi serviranno per cambiare tutti i nottolini ed il gesto ignobile, quel luogo che forse meriterebbe una maggiore sorveglianza…”

Uno sfogo, qualche riga abbozatta pigiando tasti nervosamente che forse non rappresentano al meglio un giovane blogger o aspirante giornalista, ma questo è troppo.
Facendo un sunto, in 3 anni ho subito 4 tentati furti: ne sono conseguite 3° denunce ad ignoto presso la Caserma dei Carabinieri di Banchette (tentato furto registratosi nel parcheggio di Via di Vittorio), oltre a diverse centinaia di euro per mettere l’auto in condizioni tali per cui si poteva per lo meno aprire e chiudere.
L’ultima avventura di ieri mattina mi ha fatto fortemente riflettere, poichè nei pressi di qualsiasi cimitero, vi sono persone di ogni età… specie anziani che vanno a porgere un saluto, una preghiera ai loro cari.

La riflessione (mi auguro comune) è quella di metter in conto che, se queste persone non cercano auto bensì portafogli o borsette, potrebbero esser presi di mira anche gli anziani stessi, per giunta nei secondi pomeriggi d’inverno, dove il cielo inizia ad imbrunirsi.
Lunge dal criticare alcuna forma istituzionale o ente preposto a, la grande unione cittadina dovrebbe unirsi in richieste ad esempio di sistemi di sicurezza in parcheggi di questo tipo.
Credo fermamente che sia davvero il caso di trovare una quadra: per ciò che mi riguarda nei precedenti 3 tentati furti si parlava di parcheggio privato, questo non credo che lo sia… dunque, pur escludendo auto, borse e portafogli, potrebbe esser messa in pericolo la vita di chiunque.

Salvaguardare il cittadino è indispensabile, specie in luoghi come quello descritto: detto questo, tengo a precisare che ho creato una petizione On-line.
Credo che sia un bel modo per dimostrare quanto ognuno di noi tenga alla propria sicurezza.

Qui la possibilità di firmare: chiunque può unirsi.

Christian Fiore